logo

logo

INFO. COMMENTI.

AVVISO A TUTTI:
i commenti del blog molto vecchi verranno eliminati per dar spazio ai nuovi commenti sui vari post.

INOLTRE quando scrivete un commento se non compare non preoccupatevi verrà approvato in breve tempo e visualizzato nel post. Poi verrà data una risposta il più possibile esauriente!

Grazie a tutti della visualizzazione e Buon Hi-Fi a tutti ! =)

mercoledì 5 dicembre 2012

CROSSOVER ?! Cioè ?!


Ciao ragazzi.. vi siete mai chiesti cose un crossover? 


I crossover esistono di due tipi Passivo Attivo

quello Passivo è il classico filtro che filtra ad esempio le frequenze a tweeter e woofer in porta è composto a bobine resistenze e condensatori. non a bisogno di corrente perché funziona tutto tramite i fili audio che arrivano dall'ampli o radio e a una regolazione fissa di taglio di frequenza. 




Invece quello Attivo a bisogno di essere alimentato (costa di più) perché al suo interno a un circuito elettronico che gestisce tutte le frequenze, di solito ci colleghi tweeter medii woofer tutto separato e da li gli regoli le frequenze al meglio, non ha regolazioni fisse delle frequenze ma variabili, non ci vai dentro con  il +e- delle casse ma con gli rca con il cavo che esce dalla radio entri nel crossover attivo e poi esci e vai agli ampli. da li puoi regolare anche un sub. (con un crossover passivo non lo puoi fare).









Poi ci sono le distinzioni di crossover il Passa alto (HP o High Pass) e Passa basso (LP o Low Pass) che sono HP taglio di frequenza di alto e LP taglio di frequenza in basso. (poi esiste un altro taglio che è un taglio  di media frequenza non ricordo il nome però!) i tagli di frequenza sarebbero praticamente una eliminazione della parte bassa delle frequenze per i HP (es fa passare da 250 hz a 30000 hz dove lavorano medio woofer  e tweeter) e una eliminazione della parte alta per i LP (es fa passare da 250 hz a 5 hz dove lavorano woofer e subwoofer.




 Questo è un schema di un filtro Passa-Basso
Questo è un schema di un filtro Passa-Alto

Nessun commento:

Posta un commento